Il FabLab tra i fornitori del Bando Innovazione Digitale 2021

1024 576 FabLab Parma

Dalla Camera di commercio 300.000 euro alle imprese che investiranno in tecnologie I4.0

Anche quest’anno la Camera di commercio di Parma mette a disposizione risorse economiche per la diffusione della cultura e della pratica digitale nelle micro, piccole e medie imprese, di tutti i settori economici.

Con uno stanziamento pari a €300.000,00 verranno finanziati tramite contributi a fondo perduto gli interventi di innovazione digitale delle singole imprese che potranno realizzarsi con l’acquisizione di servizi di consulenza e/o di formazione e l’acquisto di beni e servizi strumentali. Gli investimenti devono essere finalizzati all’introduzione in azienda di servizi o soluzioni focalizzati sulle tecnologie indicate dal Piano Nazionale Transizione 4.0 o più in generale riguardare le tecnologie digitali che in questo periodo di emergenza si sono imposte a supporto della continuità produttiva e della ripresa economica.

I contributi coprono il 50% dei costi ammissibili, fino ad un massimo di € 7.000,00 per impresa, per investimenti in consulenza, formazione, acquisto di servizi e beni strumentali (compresi i software). Viene riconosciuta una ulteriore premialità di euro 250,00 se l’impresa è in possesso del rating di legalità.

Le domande devono essere trasmesse esclusivamente in modalità telematica, con firma digitale, allo sportello on line “Contributi alle imprese”, attraverso il sistema Webtelemaco di Infocamere – Servizi e-gov, dalle ore 8:00 del 9 giugno 2021 alle ore 21:00 del 9 luglio 2021. Domande inviate prima o dopo tale data non verranno accettate.

Gli investimenti dovranno essere finalizzati all’introduzione in azienda di almeno una delle tecnologie I4.0 riportate nel sottostante Elenco 1, inclusa la pianificazione o progettazione dei relativi interventi.

Tra i soggetti fornitori di cui le imprese possono avvalersi per usufruire dei servizi di consulenza e/o formazione, da Bando sono indicati anche i FabLab. Invitiamo quindi eventuali aziende interessate a partecipare a contattarci: oltre ai servizi tecnici saremo in grado anche di fornire supporto progettuale.

Per una ri-apertura su misura: segnaletica adesiva
1024 724 FabLab Parma

Dal 4 maggio, giorno della ripartenza, con tutti i possibili risvolti e impatti che avrà sulle vostre e nostre vite, l’Associazione On/Off è con voi. via GIPHY Continua la produzione made in FabLab Parma di dispositivi, supporti e strumenti per prevenire il contagio, facilitare la distanza tra persone nello stesso luogo e rispettare le norme…

Per una ri-apertura su misura: il menu digitale
1024 576 FabLab Parma

Dal 4 maggio, giorno della ripartenza, con tutti i possibili risvolti e impatti che avrà sulle vostre e nostre vite, l’Associazione On/Off è con voi. via GIPHY Continua la produzione made in FabLab Parma di dispositivi, supporti e strumenti per prevenire il contagio, facilitare la distanza tra persone nello stesso luogo e rispettare le norme…

Per una ri-apertura su misura: il gancio apri-porta
526 404 FabLab Parma

Dal 4 maggio, giorno della ripartenza, con tutti i possibili risvolti e impatti che avrà sulle vostre e nostre vite, l’Associazione On/Off è con voi. Continua la produzione made in FabLab Parma di dispositivi, supporti e strumenti per prevenire il contagio, facilitare la distanza tra persone nello stesso luogo e rispettare le norme di sicurezza…

Per una ri-apertura su misura: i nostri deflettori in plexiglass
563 364 FabLab Parma

In attesa di poter riaprire il coworking di Officine On/Off, in queste ultime settimane il team del FabLab non ha mai smesso di lavorare dietro le quinte di questa emergenza. Dopo l’esperienza di coordinamento della Rete Makers4Parma e la produzione di valvole charlotte e visiere face shield per le strutture sanitarie locali, ci siamo dedicati…

Makers4Parma: gli artigiani digitali al servizio della città
940 588 FabLab Parma

In una crisi internazionale, l’intervento top-down del governo è il “Piano A” e la mobilitazione delle imprese è il “Piano B”: entrambi sono in atto, ma potrebbero non essere sufficienti per rispondere a una sfida esponenziale come quella del Coronavirus. Dopodiché, esiste il “Piano C”: gruppi di produttori indipendenti, imprenditori e innovatori che si stanno…

X